TU ME FAIS TOURNER LA TÊTE

banner_TMFTLT-1

Idea e regia:
Marco Mannucci

Di e con:
Giorgio Coppone
Marco Mannucci
Marina Romondia
Gabriele Savarese

Violino:
Gabriele Savarese / Matteo Gallus

Collaborazione alla drammaturgia:
Marina Romondia

Collaborazione artistica:
Emanuela Dall’Aglio
Marina Romondia

Scene e costumi:
Emanuela Dall’Aglio

Disegno luci:
Andrea Berselli

Tecnica:
Andrea Berselli
Maurizio Coroni

Decori:
Franck Brueil

Realizzazione video:
Lavinia Baroni

Con il sostegno di:
Terre di circo / Mirabilia (IT)
La Grainerie (FR)
Gare à Coulisses (FR)
La Corte ospitale (IT)
La Città del teatro (IT)

TU ME FAIS TOURNER LA TÊTE

In scena un vecchio Chagall: la fine sarà l’inizio.
Un uomo che cerca eternamente di ritrovare il suo amore perduto, la moglie Bella della “Promenade”, ma non ci riesce perché lei non c’è più.
Forse in sogno diviene possibile inseguire, ricreare quell’amore, quel ricordo. Ma i sogni spesso si trasformano in incubi.
Il nostro vecchio Chagall diverrà marionettista, costruttore dei suoi stessi sogni. Un sorta di malinconico demiurgo di un divertito sogno dove incontrerà Bella e il suo alter-ego, quel giovane Chagall innamorato che non esiste più.
O forse lassù in volo c’è ancora speranza… perchè la perdita forse non è la fine ma nuovo inizio…
 
Per sfiorare in volo la poesia dell’amore e del sogno

SPETTACOLO SENZA PAROLE, DAI 4 ANNI
DURATA 1h.

VINCITORE BANDO URA 2017

 
 

Grazie a Rémy Lesvenes, Guillaume Clavel, Alex, Mael, La Virgule (FR), Malamente per “Novembre” (Guappecartò), La Fucina Del Circo, Gerardo Gerry di Fonzo, Antitesi Teatro Circo, Louise Bouchicot, Crowdarts.

 

Credits